Aggiornato alle: 14:45 di Martedi 21 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Non fa curare la figlia disabile, arriva la decisione dei giudici

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Non fa curare la figlia disabile, arriva la decisione dei giudici
18 Novembre
12:01 2018
Non fa curare la figlia disabile per paura di perdere la pensione di mille euro per l’invalidità.

L’uomo, un quarantenne disoccupato residente ad Anagni, aveva persino proibito alla moglie di portare la bambina a scuola. E la piccola, che adesso ha sette anni, per colpa del padre era stata costretta a restare a casa. La pensione che doveva servire per le cure della bambina veniva sperperata dall’uomo. La moglie per poter sbarcare il lunario si arrangiava lavorando come parrucchiera <porta a porta>. E se si azzardava a dire al coniuge che la piccina aveva bisogno di cure e che doveva frequentare la scuola dell’obbligo, l’uomo diventava una furia scatenata e si avventava sulla moglie massacrandola di botte.

L’ultima volta che l’aveva picchiata aveva creduto davvero di morire. Così di nascosto del marito aveva chiamato il Telefono Rosa di Frosinone diretto dalla presidente Patrizia Palombi. Gli operatori dell’associazione che da anni si occupa della violenza sulla donne, hanno fatto scattare immediatamente la denuncia nei confronti del 40enne per maltrattamenti in famiglia e mancato sostentamento alla figlia disabile. A questo anche aver impedito alla ragazzina di frequentare la scuola dell’obbligo. Alla luce di quanto emerso mamma e figlia sono state accompagnate in una località protetta proprio per evitare ritorsioni da parte del marito. Nei giorni scorsi i giudici del Tribunale dei Minorenni di Roma, che si stanno occupando del caso, hanno deciso che la bambina potrà vedere il padre soltanto alla presenza degli assistenti sociali. Intanto la piccina ha cominciato a frequentare la scuola dell’obbligo. (foto di repertorio)

Mar.Ming.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE