Aggiornato alle: 23:33 di Venerdi 15 Novembre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Marangoni rateizza perchè non può rottamare, spiega l’avvocato tributarista

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Marangoni rateizza perchè non può rottamare, spiega l’avvocato tributarista
14 Luglio
13:30 2019
È di questi giorni una notizia nella quale si informava che l’azienda Marangoni ha rateizzato le tasse comunali che doveva all’ente dal 2014 al 2018.

Secondo la notizia apparsa sulla stampa, l’azienda Marangoni avrebbe volentieri effettuato la rottamazione delle cartelle, ma impossibilitata nel farlo, per l’assenza delle cartelle esattoriali! Spiega la questione l’avvocato tributarista Antonio Catracchia “L’imposta non pagata per l’anno 2014 potrebbe (non è detto) essere iscritta a ruolo presso Equitalia dopo 8 o 9 anni e, quindi, non poteva assolutamente essere iscritta a ruolo negli anni che rientrano nella famosa Rottamazione Ter. L’attività di accertamento è regolamentata dal D.Lgs.504/1992, modificato e richiamato espressamente sia dalla legge finanziaria 2007, sia dal D.L. n.201/2011 convertito dalla legge 22/12/2011 n. 214, sia dal D.Lgs. n. 23/2011. Queste norme prevedono che il Comune di Anagni, e non l’Equitalia, entro il 31 dicembre 2019 deve richiedere l’imposta o la minore imposta non versata nel 2014. Nel caso in analisi, il Comune abbondantemente entro i termini, ha fatto richiesta dell’annualità 2014. Nel caso in cui il contribuente non onora quanto richiesto, il Comune ha tre anni di tempo per iscriverlo a ruolo per la riscossione coattiva. Il 2014 deve essere richiesto dal Comune entro cinque anni dall’anno in cui andava fatto il versamento poiché si tratta di un avviso di accertamento in rettifica, che è diverso dall’accertamento d’ufficio. Tenuto conto che il 2014 è stato richiesto entro i termini di prescrizione, il Comune entro il 2022 deve iscrivere a ruolo il contribuente che non ha onorato quanto richiesto con l’atto amministrativo notificato nel 2019”

Anna Ammanniti

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE