Anagni – Mandato sulla sanità e la questione del biodigestore, parla il consigliere Valeriano Tasca | TG24.info
Aggiornato alle: 20:30 di Giovedi 6 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Mandato sulla sanità e la questione del biodigestore, parla il consigliere Valeriano Tasca

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Mandato sulla sanità e la questione del biodigestore, parla il consigliere Valeriano Tasca
10 Aprile
20:04 2021

 

 

Nell’ultima assise comunale il sindaco Daniele Natalia ha ricevuto dal Consiglio il mandato per studiare le azioni legali idonee ad ottenere la riapertura dell’ospedale cittadino.

Il consigliere comunale di minoranza, Valeriano Tasca commenta la richiesta del mandato da parte del primo cittadino e la questione del biodigestore. “Circa la delibera sulle azioni da intraprendere in difesa dell’ex ospedale, voglio ribadire che da due anni affermo la necessità di azioni legali contro la Asl, perché è palese che ciò che è scritto nell’atto aziendale non è stato realizzato. Ricordo bene anche le critiche che ricevetti da qualche politico quando, dopo la chiusura del laboratorio analisi, dissi che bisognava agire perché i famosi test rapidi non andavano a sostituire i servizi di un laboratorio. Certo, il deliberato che questa giunta ci ha presentato era molto generico e sinceramente questo mandato che voleva avere il Sindaco in pochi lo hanno capito, anche perché l’istituzione della commissione sanità dovrebbe servire al sindaco proprio per prendere certe decisioni da riferire poi in Consiglio. La Commissione serve per avere uno strumento rapido, con all’interno figure anche esterne di supporto alla sua azione. Il mandato il Sindaco già lo ha avuto quindi, ma questo evidentemente lo ha dimenticato e sono stato ben felice di averglielo ricordato durante il Consiglio. Il Sindaco però se parla di sanità e di avere mandati da parte di tutti i consiglieri per temi importanti, vitali per la città e i cittadini, deve spiegarmi perché non ha chiesto al Consiglio Comunale e quindi ai rappresentanti del popolo anagnino, il mandato per dire sì al Biodigestore da 84mila tonnellate all’anno di rifiuti che dovrà essere realizzato nella nostra città. Questo non è un tema anche sanitario visto la mole di rifiuti che arriveranno ad Anagni? Io ancora sto aspettando la risposta alla mia interrogazione su questo Biodigestore e certo il Sindaco avrebbe fatto bene a portare un Consiglio Comunale tale questione invece che dare il suo assenso in conferenza dei servizi in Regione Lazio. Io vorrei ricordare a tutti che la realizzazione di un Biodigestore da 84mila tonnellate di rifiuti avrà un impatto ambientale e sanitario molto rilevante ed era giusto discuterne prima che il sindaco dicesse sì. Se ne prenderà allora tutte le responsabilità”.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS