Anagni – La maggioranza deserta la prima Commissione Cultura convocata dopo ben tre anni | TG24.info
Aggiornato alle: 21:35 di Lunedi 2 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – La maggioranza deserta la prima Commissione Cultura convocata dopo ben tre anni

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – La maggioranza deserta la prima Commissione Cultura convocata dopo ben tre anni
14 Giugno
22:09 2021

 

 

 

 

Amara constatazione dei fatti da parte del consigliere comunale di minoranza, Nello Di Giulio. La “Cultura” per l’attuale amministrazione comunale probabilmente vale ben poco, tanto da non riuscire a “sfruttare” al meglio le potenzialità che la città di Anagni offre. La maggioranza della “maggioranza” non si presenta alla prima Commissione Cultura, convocata dopo ben tre anni dall’attuale amministrazione comunale.

Queste le parole del consigliere Nello Di Giulio: “Anagni, Commissione cultura: fallita la prima! La maggioranza consiliare che sostiene la giunta Natalia manda deserta, in prima e seconda convocazione, la prima riunione della Commissione cultura indetta dopo ben tre anni dal suo insediamento. Degli otto componenti (cinque della maggioranza, tre della minoranza) si sono presentati stamane in seconda convocazione solo in tre: Nello Di Giulio e Chiara Grossi (delegata dal consigliere Fioramonti) della minoranza ed un solo consigliere commissario di maggioranza, oltre al presidente Ambrosetti che non ha fatto neanche cenno, malgrado l’imbarazzo, ad alcuna preventiva giustificazione da parte di così tanti colleghi di maggioranza assenti. Presente l’assessore e un consigliere in qualità di capogruppo non membro di commissione. Il vuoto di idee ed il costante mancato coinvolgimento degli organi di Consiglio su un tema così importante per Anagni, che dovrebbe fare della cultura e del turismo il fulcro del suo rilancio economico, si è platealmente evidenziato nella stragrande assenza dei componenti della maggioranza.

Del resto, va detto, nessuno slancio politico o ideale aveva contraddistinto questa prima convocazione (ripetiamo: la prima dopo tre anni) della Commissione cultura, sport, turismo e spettacolo di questa consiliatura. Essa, la Commissione, è stata probabilmente vissuta come atto obbligatorio a cui non potersi sottrarre dopo la formale richiesta da parte del direttore Responsabile della Biblioteca Comunale per il dovuto aggiornamento regolamentare scaturente dall’atto costitutivo del Sistema Bibliotecario della Valle del Sacco. Insignificante atto formale per alcuni amministratori, roba di poco conto dimenticando il ruolo propulsivo di centro culturale che la Biblioteca comunale rappresentava nella visione del suo fondatore, compianto prof.  Stella.  Altri tempi.  Altri spessori. Oggi, anche mozioni aperte al Consiglio comunale, presentate a nome del gruppo Anagni cambia Anagni nei tre anni amministrativi, giacciono su tavoli di amministratori estranei alla città, indifferenti verso la sua storia e le potenzialità di sviluppo innovativo e sostenibile. Nessuno di loro che pensi come utilizzare, industrialmente in chiave moderna, i nostri pozzi di petrolio che non inquinano né il territorio e, tanto meno, i nostri polmoni. Anagni merita essere amministrata sul serio e non così tanta superficialità.”

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS