Aggiornato alle: 04:00 di 26 Gennaio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – La città perde il finanziamento per i disabili

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – La città perde il finanziamento per i disabili
03 Dicembre
21:02 2019
La città di Anagni perde ancora un importante finanziamento, oltre 14 mila euro da impiegare nel settore del sociale.

La ditta incaricata dal Comune per reperire finanziamenti non sta portando risultati e il consigliere comunale di minoranza Fernando Fioramonti lo evidenzia nella nota stampa “A proposito di finanziamenti persi… L’amministrazione guidata da Natalia ha presentato un progetto per accedere a contributi economici stanziati dalla Regione ma la domanda è stata ritenuta inammissibile, perdendo 14400 euro.

Nello specifico si tratta di contributi economici a sostegno di iniziative idonee a valorizzare sul piano culturale, sportivo, sociale ed economico la collettività regionale, da realizzarsi nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2019 e il 12 gennaio 2020. Il testo del bando è molto chiaro nell’indicare finalità, beneficiari e modalità di presentazione della domanda; è mai possibile che Anagni sia fuori, pur pagando profumatamente una società specializzata in europrogettazione, la quale vanta nel proprio organico valenti professionisti alias ingegneri, giuristi, esperti in relazioni internazionali, scienziati della comunicazione e psicologi? (ma esperti nel sociale ne hanno?!?) Il progetto è stato presentato con un titolo accattivante, “Velocità Diversa”, il tema è sicuramente lodevole, la disabilità, altro non è che un’accozzaglia di laboratori: non si è affatto tenuto conto della specificità di ogni disabilità, con sono state usate terminologie obsolete e il cronoprogramma è quantomeno carente. E’ mai possibile che non si sappia distinguere tra disabilità diverse? Ad esempio: per gli utenti sordi è stato previsto l’interprete o quanto meno un facilitatore comunicativo oppure i sordi sarebbero stati lì a fare presenza? Per le persone affette da spettro autistico è stato valutato che luci e rumori sarebbero stati fonte di enorme stress? Lo sapete che il termine sordomuto è da tempo fuori legge: in base all’articolo 1 della Legge 20 febbraio 2006, n. 95 “Nuova disciplina in favore dei minorati auditivi” è stato cancellato e sostituito dal termine Sordo in tutte le disposizioni vigenti? Evidentemente questi dubbi sono gli stessi che sono sorti anche a chi ha giudicato inammissibile la domanda. Forse d’ora in poi, per evitare di farsi rifiutare un progetto, al di là dei master e dei titoli accademici, bisognerebbe usare un pizzico di prezioso buon senso! Forse, soprattutto, bisognerebbe smetterla di sperperare soldi per pagare chi evidentemente non è in grado di fare il proprio lavoro? Avete nuovamente perso soldi, destinati ai cittadini più deboli di Anagni.”

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE