Aggiornato alle: 19:33 di Sabato 20 Aprile 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Il meetup 5 Stelle, dure critiche all’amministrazione Natalia

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Il meetup 5 Stelle, dure critiche all’amministrazione Natalia
03 Dicembre
21:05 2018
Attacco a 360 gradi del meetup Anagni 5 stelle nei confronti dell’operato dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Natalia, in questi 5 mesi di governo.

Il meetup interviene sulla Ztl, le scuole, decoro urbano, i divieti di sosta, il multipiano di San Giorgetto, i parcheggi, lo Sport in Piazza,  lo stadio comunale, il vicolo di San Michele, il Museo, le rotatorie e l’ambiente.

Di seguito i passi più significativi della nota stampa. Dal giorno dell’insediamento ad oggi sono trascorsi ben 5 mesi di questo governo, non pochi per iniziare a raccogliere i primi frutti ma cosa è stato fatto di positivo e rilevante? Ben poco a dirla tutta, mentre possiamo registrare già un nutrito numero di insuccessi. Del resto stringere tanti patti può risultare controproducente poiché al dunque bisogna dimostrare coerenza e lungimiranza. L’era Bassetta insegna che la fiducia dell’elettore non è statica.

Tanto per cominciare: a cosa sono serviti i sopralluoghi estivi che assessori e consiglieri, tra l’altro nemmeno autorizzati, hanno effettuato nelle scuole di Anagni? Forse vi era l’intenzione di calendarizzare opere preventive per la manutenzione ordinaria  ma sono rimaste tali visto che, con l’arrivo delle piogge autunnali, crolli di soffitti, allagamenti, muffe ed infiltrazioni ci hanno rivelato che oltre le foto non si è andati.

Altro esempio, il problema della viabilità nel centro storico, e la famigerata ZTL costantemente in balìa degli umori e dei malumori di commercianti, residenti, ed operatori culturali. Siamo rimasti basiti nell’apprendere dai media locali l’ennesima variazione degli orari in cui è permesso circolare nel centro storico e l’ennesima discussione sulla possibilità di parcheggiare o meno in piazza Innocenzo III. Queste continue variazioni generano solo confusione negli automobilisti che finiscono per regalare soldi alle casse comunali attraverso le multe. Eppure molti degli attuali amministratori hanno, in passato, contestato aspramente il sindaco Bassetta proprio a causa dell’incertezza dimostrata nell’affrontare questo spinoso tema.

Abbiamo uno stadio comunale da riqualificare. Il sindaco, non tanto tempo fa, ha ribadito l’imminenza dell’inizio lavori ma questo impegno puzza già di vecchio se consideriamo che è più di un anno che si sente parlare di apertura di cantieri ma nonostante delibera e fondi stanziati, i nostri atleti continuano ad utilizzare un campo definito in sede consiliare “di patate”. Per di più le condizioni attuali dello stadio non fanno certamente fare bella figura alla nostra città che ospita atleti provenienti da altre realtà. Per quanto ne sappiamo, sarebbe anche ora di rinnovare l’affidamento della gestione della struttura, evitando magari, questa volta, di concederlo in comodato d’uso gratuito come avvenne durante l’era Noto.

Come per lo stadio, stesso immobilismo si evidenzia per la messa in sicurezza del vicolo San Michele. Stesso problema, stesso assessore ai lavori pubblici che non ha nemmeno l’attenuante del poco tempo dall’insediamento poiché non è un novellino e si è occupato da principio delle suddette problematiche. Anche per il muro pericolante, nessun passo avanti è stato fatto ad un anno dall’annuncio dell’inizio lavori. E stendiamo un velo pietoso sui fondi destinati, ma stornati, al povero museo archeologico di Anagni che ancora una volta vivrà solo della gloria delle numerose inaugurazioni che non ne assicurarono mai l’apertura.

Vogliamo parlare delle rotatorie all’incrocio della ex Winchester che fanno tanto campagna elettorale? Ancora nulla di fatto in una zona in cui continuano a verificarsi incidenti stradali anche piuttosto gravi. Mentre il decoro urbano è stato da subito una priorità per questa nuova giunta ma, finite le festività estive, non si è visto più un operatore impegnato nel lavare strade e ripulire la città.

E l’isola ecologica? Ha qualche speranza di vedere la luce? E Radicina? L’enorme disastro ecologico che interessa non soltanto la zona di Anagni, quanto ancora dovrà aspettare? Visto che il Sindaco, così come l’assessore all’ambiente D’Ercole, nemmeno si sono presentati alla riunione provinciale del Coordinamento dei Sindaci per la Valle del Sacco. Queste assenze hanno determinato il passaggio del Comune di Paliano come capofila del Coordinamento, titolo che spettava di diritto al comune di Anagni grazie all’ex sindaco Bassetta.

E ancora: Cari Sindaco Natalia e avvocato nonché presidente del Consiglio, Giuseppe De Luca, non credete sia il caso quantomeno di scusarvi con noi cittadini per averci chiesto ancora una volta di mettere mani al portafogli e pagare la notevole somma di 25 mila euro per l’accordo transattivo sottoscritto tra il Comune di Anagni e il condominio di via Vittorio Emanuele, di cui De Luca stesso è avvocato difensore? Noi cittadini siamo stanchi di pagare per gli errori di chi invece ha il dovere di garantire per noi.

Paghiamo tasse che devono esserci restituite in servizi ma per ora dobbiamo accontentarci solo di degrado e disservizi, come il parcheggio multipiano di San Giorgetto che dovrebbe offrire 400 posti auto alla città, una parte dei quali dovrebbe essere gratuita ma di fatto possiamo dire che solo i temerari si avventurano a parcheggiare in quegli spazi del terzo e quarto piano in cui non si paga il biglietto. La struttura infatti è sporca, con carenza o assenza di illuminazione, infiltrazioni che ne stanno compromettendo la sicurezza e meta preferita di sporcaccioni e tossicodipendenti. E gli altri parcheggi della città non è che siano messi meglio.

Il parcheggio di Piscina, il parcheggio di San Magno ed il parcheggio della Stazione, necessitano urgentemente di manutenzione ordinaria e straordinaria. Su quest’ultimo abbiamo notato incertezze e divergenze di opinioni tra il Sindaco che ha dichiarato sui media di voler perseguire la strada già aperta dal suo predecessore e quindi la realizzazione di un parcheggio nell’area adibita a deposito della stazione e il delegato De Luca il quale ha rilasciato dichiarazioni in cui emerge la volontà di sfruttare uno spazio all’interno dell’ex polveriera. Onestamente pensiamo di non meritarci questi indugi. Il problema è vecchio e la risoluzione dovrebbe già, a questo punto, essere in fase di realizzazione, ed invece non sapete ancora che pesci prendere.

Ed infine, ma non perché abbiamo terminato le critiche, ci fermiamo per non tediare i lettori, ieri è stata persa un’altra occasione per rianimare il centro storico, la cui ripresa pare essere affidata esclusivamente alla circolazione e parcheggio delle auto. Per ben 3 anni in occasione delle festività natalizie, ad Anagni si è svolta una manifestazione denominata “Sport in Piazza”. Ieri questa iniziativa ha avuto luogo a Ferentino che già dal 1 Dicembre ha dato il via al programma delle festività con tanto di manifesti piazzati strategicamente in città. Ad Anagni si sta ancora decidendo il programma e l’incontro pare sia previsto per oggi 3 Dicembre. Anche quest’anno siamo in ritardo con il Cambiamento.

Il meetup Anagni 5 stelle vi ha dato tutto il tempo necessario ad organizzarvi e finora ha rispettato i tempi di insediamento. Da oggi però il periodo dell’attesa è finito e faremo, come è giusto che sia, una libera ma decisa opposizione extra consiliare. Vi è stato dato mandato per amministrare al meglio questa città e più volte avete dichiarato di esserne capaci. E’ ora di passare dalla propaganda ai fatti, mentre per noi è tempo di vigilare sul vostro operato!!”

Anna Ammanniti

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE