Anagni – Il consigliere Valeriano Tasca: “Ennesimo consiglio delle variazioni di Bilancio” | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Venerdi 23 Aprile 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Il consigliere Valeriano Tasca: “Ennesimo consiglio delle variazioni di Bilancio”

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Il consigliere Valeriano Tasca: “Ennesimo consiglio delle variazioni di Bilancio”
02 Dicembre
13:27 2020

 

 

Si è svolto lo scorso lunedì il Consiglio Comunale per l’approvazione del Bilancio Consolidato relativo all’esercizio 2019.

Tra i punti all’ordine del giorno c’è stata la surroga del consigliere comunale Gianluigi Ferretti, la ratifica di tre variazioni urgenti di bilancio, l’assestamento generale di Bilancio e salvaguardia degli equilibri e l’approvazione del Bilancio Consolidato. Il consigliere di opposizione Valeriano Tasca commenta l’incontro ritenendolo l’ennesimo Consiglio delle variazioni di bilancio. Queste le parole di Tasca. “Avevo letto che doveva essere il Consiglio comunale della svolta, ma in realtà è stato l’ennesimo Consiglio delle variazioni di bilancio, alcune da farsi e altre non giustificate, a mio avviso e degli assestamenti di bilancio. E da questi ho notato l’improvvisazione di una parte di questa giunta del punto di raccordo che dovrebbe stare nella figura dell’assessore al Bilancio. Lo dico da tempo. Il sindaco Natalia deve cambiare squadra, ma non lo fa e allora ecco che soffre e per mantenere consensi, si butta sulle luminarie di Natale! Certamente erano da installare, ma non a 80mila euro! Dimenticando che ad oggi ancora dobbiamo elargire i famosi 60 mila euro del fondo di solidarietà per le famiglie in difficoltà, prelevati dal fondo di riserva e mai spesi. La svolta, forse, sta nel capire che alcuni membri della maggioranza nemmeno si parlano. In commissione abbiano parlato dei 60 mila euro di progettazione per il parcheggio di Piscina. Eppure un progetto c’era già, un progetto orribile di 2 milioni di euro per 11 posti auto in più, ma c’era. In commissione bilancio quando ho chiesto se questi soldi fossero per quella idea, mi è stato detto di sì, in Consiglio di no. Meglio così, perché chiaramente occorre investire nell’area verde di Piscina e non nel parcheggio. Si faccia comunque chiarezza! Poi altri 60mila euro, per la scuola Vinciguerra per l’adeguamento sismico. Questa volta per lavori da realizzare. Chiaramente sono pochi perché ne servono altri e allora si trovassero subito, invece di spenderli in altre cose inutili. Manca un progetto, o almeno io non l’ho visto. Cosa si deve fare? Si era parlato di una progettazione francese o di farci una sorta di struttura adibita metà per la scuola e metà per uffici comunali. Io spero di no, scuola era e scuola rimanga. Il problema è la mancanza di progettazione e di visione. Lo si denota dal fatto che si spenderanno 100 mila euro per rifare l’esterno della Badia e l’impianto elettrico di una parte della struttura, tutto ciò per realizzare eventi teatrali e musicali. Bene l’idea. Ma come ci arriviamo alla Badia, dove dovrebbero mettere le auto chi va a vedere l’evento? Come risolvere i problemi logistici di questa struttura abbandonata sulla quale sono stati spesi, è bene ricordarlo, milioni delle vecchie lire. Spendere 100mila euro per poi abbandonarla di nuovo è un rischio concreto che non ci possiamo permettere. La verità è che non c’è nessuna svolta ma a volte fa comodo dirlo”.

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS