Aggiornato alle: 08:00 di Giovedi 27 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – I Carabinieri “A scuola di sicurezza e legalità in @Rete”

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – I Carabinieri “A scuola di sicurezza e legalità in @Rete”
13 Febbraio
16:30 2020
Questa mattina, giovedì 13 febbraio, presso l’Istituto Paritario Bonifacio VIII nell’ambito del progetto sulla legalità “A scuola di sicurezza e legalità in@Rete”, il comandante della Stazione Carabinieri di Anagni, maresciallo maggiore Massimo Crescenzi e il maresciallo capo Massimo Pallucci hanno incontrato gli studenti.

L’iniziativa dell’istituto scolastico riguarda l’approfondimento sulle tematiche della lotta all’illegalità, l’uso di alcol, droga e la tutela della privacy, la sicurezza dati, l’adescamento in rete, il gioco d’azzardo online e altro. All’incontro di questa mattina sono intervenuti circa cento studenti e nello specifico sono stati affrontati i temi del bullismo e vandalismo, degli effetti provocati dalle droghe e dall’abuso di sostanze alcoliche, dell’educazione stradale, della violenza intra-familiare e di genere, pedo -pornografia nel web e le pericolosità derivanti dai contatti con utenti sconosciuti nei vari social network. Portando ad esempio esperienze professionali, il comandante Crescenzi con un linguaggio semplice e diretto ha sottolineato l’importanza della collaborazione con l’istituzione per favorire la prevenzione e la repressione dei reati, ribadendo il principio che “la Stazione dei Carabinieri” deve essere considerata luogo di accoglienza di chi ha bisogno di aiuto e di tutela dei propri diritti”, vera e propria “interfaccia” tra il cittadino e l’Arma, istituzione dello Stato impegnata costantemente da oltre 200 anni, nella difesa dei diritti sia in Italia che all’estero. Prezioso anche l’intervento del maresciallo capo Massimo Pallucci, in servizio presso il Centro Telematico del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone. Esperto di informatica e sicurezza del web ha trattato argomenti relativi alla sicurezza informatica in rete. L’obiettivo di questi incontri nelle scuole è quello di fornire delle informazioni più approfondite ai giovani su temi che li toccano da vicino. Le curiosità degli studenti si sono concentrate non solo sull’uso di droghe e alcol, ma anche sulla violenza in genere e sulle problematiche del cyberbullismo. Il maresciallo maggiore Massimo Crescenzi ha spiegato che l’assunzione di droghe è comunque un illecito, che può assumere carattere sia amministrativo che penale. Le tematiche che riguardano internet ed il cyber bullismo hanno stimolato molto domande da parte degli studenti i quali, avendo quasi tutti almeno un profilo su un social network, evidenziano di essere poco consapevoli delle conseguenze che può creare la pubblicazione di foto o di altro sulla rete.

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE