Aggiornato alle: 09:36 di Sabato 23 Febbraio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Gli sporcaccioni del rifiuto colpiscono ancora

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Gli sporcaccioni del rifiuto colpiscono ancora
09 Febbraio
21:43 2019
Cercasi orgoglio civico tra i cittadini, senso di appartenenza e rispetto della città. Persiste la cattiva abitudine di abbandonare i rifiuti e sporcare l’ambiente, mortificando l’intero paese. Immondizia lungo le strade, i fossi e in mezzo alle campagne, un fenomeno diffuso che riguarda sia le imprese che i privati.

Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sulle strade da parte di ignoti, si riscontra all’ordine del giorno. Questa volta diversi sacchi di immondizia sono stati abbandonati in Via della Riserva, la strada che dalla Casilina porta in via San Magno. Lo spettacolo indecente si trova in uno spiazzo a ridosso del prato, in una delle strade principali che conducono agli impianti sportivi. Un brutto biglietto da visita per chi si appresta ad entrare nella città per recarsi alle strutture. Numerosi cittadini, ormai disgustati dai gesti di questi zozzoni, segnalano tempestivamente gli episodi, auspicando che chi di dovere adotti le misure necessarie per reprimere l’inciviltà e si adoperi per ripristinare lo stato dei luoghi.  L’atto di disperdere rifiuti nell’ambiente, è un comportamento di assoluta inciviltà, che può essere eliminato attraverso misure sociali. Ormai la città è imbrattata di rifiuti, lasciati in ogni angolo dai luoghi più sperduti ai posti bene in vista, dalla estesa periferia alle strade più frequentate. Certo l’utilizzo di strumenti che combattono l’abbandono dei rifiuti può essere utile, l’istallazione di videocamere nei punti più sensibili e strategici della città, scoraggerebbe gli “sporcaccioni del rifiuto”;  si potrebbe provare anche con le fototrappole che fanno la caccia grossa ai furbetti del rifiuto selvaggio, tuttavia è indispensabile forse ripartire dalle origini, ossia dall’educazione e dal senso civico. Indire campagne di sensibilizzazione, per far comprendere quanto sia importante preservare l’ambiente e sperare in un cambiamento di atteggiamento, da parte degli incivili che danneggiano tutto ciò che è natura.

Anna Ammanniti

 

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE