Aggiornato alle: 19:00 di 12 Luglio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Eurozinco, il Tribunale dalla parte dei lavoratori

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Eurozinco, il Tribunale dalla parte dei lavoratori
02 Maggio
19:34 2020
Eurozinco ed effetti del coronavirus, il Tribunale sollecita il riparto delle somme acquisite dalle vendite effettuate dal liquidatore giudiziale.

Lo scosro 26 marzo il Giudice del Tribunale di Frosinone, aderendo all’istanza avanzata dalla Cisal con nota dell’11 marzo, ha richiesto una relazione sulla attuale situazione delle vendite e sull’impiego delle somme. Il Giudice, ricordando che le disposizioni emanate a seguito della pandemia non consentono incontri tra le parti, ha ritenuto che “il diritto all’informazione possa essere pienamente garantito, ad oggi, anche attraverso l’instaurazione di un contraddittorio scritto, ossia attraverso il deposito di una dettagliata informativa/relazione da parte del Liquidatore Giudiziale e la sua comunicazione alla sigla sindacale istante, cui potranno seguire eventuali repliche da parte di quest’ultima (da inviarsi a questo giudice), dovendosi rimandare alla fine dell’emergenza in corso l’audizione richiesta”; chiedendo il deposito in tempi brevi di quanto richiesto “senza indugio in via telematica o a mezzo PEC”. La relazione sarà relativa “allo stato vendite del lotto Euro2 ed ai presumibili tempi di riparto in favore dei creditori privilegiati mobiliari, indicando le eventuali cause che rendono quest’ultimo non immediatamente realizzabile”. Gli ex lavoratori Eurozinco, stremati dall’attesa di quanto loro spettante, erano fiduciosi di poter ricevere gli importi arretrati dopo la vendita del 1° lotto e soprattutto dopo il secondo acquisto, un totale di circa 3milioni di euro a fronte delle poche migliaia di euro attese ormai da anni. La delusione è cocente, e non si escludono iniziative eclatanti. (Foto di repertorio)

Jackal

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE