Anagni – Centro Accoglienza Straordinaria organizza festa con più di 50 invitati nell’ex seminario (FOTO) | TG24.info
Aggiornato alle: 15:57 di 18 Aprile 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Centro Accoglienza Straordinaria organizza festa con più di 50 invitati nell’ex seminario (FOTO)

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Centro Accoglienza Straordinaria organizza festa con più di 50 invitati nell’ex seminario (FOTO)
05 Marzo
21:59 2021

 

 

Quello che è successo nella città dei papi oggi è incredibile. In piena pandemia da Covid, in piena zona arancione, il Centro di Accoglienza Straordinario, sito in via della Sanità ha organizzato una festa a cui hanno partecipato più di 50 persone.

La struttura che una volta ospitava il seminario dei Padri Vocazionisti, da un paio di anni è stata adibita a Centro di Accoglienza Straordinario. Ad attirare l’attenzione di diversi residenti e del consigliere comunale di minoranza Valeriano Tasca è stato l’andirivieni di oggi di numerose persone che entravano e uscivano dalla struttura. Musica alta, bottiglie di birre, per lo più giovani, assembrati e tanti di loro senza mascherine, oppure poggiate sotto il mento o sotto il naso. Ad un certo punto verso le ore 18 la folla che era all’interno dell’ex seminario si è portata alla vicina fermata del pullman. Sono saliti in massa sulla navetta e sono scesi alla Stazione Ferroviaria. Evidentemente queste persone hanno dimenticato che la zona arancione vieta gli spostamenti da un comune all’altro, salvo per esigenze particolari, e ovviamente la festa non è assolutamente un’urgenza. Il mondo vive una pandemia, le restrizioni nella provincia di Frosinone sono diventate ancor più rigide, i contagi sono notevolmente aumentati in questi ultimi giorni. Un gruppo sostanzioso di giovani si è mosso per arrivare ad Anagni, senza mascherine, oppure non indossate correttamente e causando assembramenti impressionanti. Il gruppo si è portato nei pressi del vicino asilo nido, posizionato a pochi metri dall’ex seminario, ha preso un mezzo pubblico, sempre le mascherine tirate giù. La rabbia è salita alle stelle per chi osserva le regole quotidianamente e in modo certosino, il Covid uccide, fa male. Questa l’indignazione del consigliere Valeriano Tasca che chiede urgenti spiegazioni. “Una vergogna inaudita. Questo posso dire rispetto a quello che è successo negli alloggi gestiti dalla cooperativa Diaconie, che ospita alcune famiglie di profughi. Pare ci sia stata una vera e propria festa con più di 50 persone dentro quell’edificio in totale disprezzo di ogni regola dettata dai DPCM. Anagni è in zona arancione e probabilmente a breve passeremo in zona rossa, eppure questa gente si può permettere di radunarsi a decine, per fare chissà cosa. Raccogliendo alcune testimonianze vengo a sapere che già dalla mattina giravano per la città alcune persone di colore mai viste prima. Deduco che nessuno è stato fermato e questo la dice lunga sui capillari controlli che il sindaco ha detto dovrebbero esserci. Non ci sono. Come è possibile che nessuno si è accorto di quello che stava accadendo? Stiamo facendo molti sacrifici e questo è uno schiaffo a tutti gli anagnini. È una vergogna. Farò un’interrogazione al sindaco e chiederò anche se esiste una telecamera di videosorveglianza, perché se così è, allora tutto è ancora più grave. Si deve fare chiarezza perché quello che è accaduto è gravissimo.”

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS