Anagni – Caso Marangoni, il PM chiede il rinvio a giudizio per sei indagati | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di 13 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Caso Marangoni, il PM chiede il rinvio a giudizio per sei indagati

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Caso Marangoni, il PM chiede il rinvio a giudizio per sei indagati
04 Novembre
12:10 2020

 

 

La vicenda della Marangoni di Anagni arriva al capolinea. Nella giornata di ieri il Pubblico Ministero Misiti dopo ben tre opposizioni all’archiviazione ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti e sei gli indagati. Si tratta di ex dirigenti dell’azienda accusati di disastro colposo e lesioni personali gravissime.

Sono 28 adesso le parti civili accolte dal giudice che il prossimo 24 novembre dovrà decidere se trascinare o meno alla sbarra i sei indagati. La vicenda risale a più di 10 anni fa quando proprio nelle zone limitrofe la fabbrica numerose persone iniziano ad ammalarsi di tumore ed altre patologie irreversibili . Da qui il sospetto che a causare quelle malattie fosse una sostanza inquinante che in 10 anni avrebbe portato al decesso 21 persone . Sotto accusa la diossina, una sostanza nociva che secondo le accuse era stata sprigionata dall’azienda di pneumatici nell’operazione di incenerimento e che si era depositata nei terreni antistanti. Da qui l’iscrizione sul registro degli indagati dei sei dirigenti della Marangoni. L’avvocato Nicola Ottaviani che difende la Marangoni nella discussione di ieri ha sostenuto che così come ha riportato il suo consulente di parte, la diossina rinvenuta in quei terreni sarebbe 10 volte inferiore rispetto al limite consentito. Gli avvocati di parte civile Alessia Maggi Angelo Galanti e Caterina frattali hanno sostenuto invece che da una perizia epidemiologica e chimica effettuata da due pneumologi ci sarebbe un nesso tra quelle morti e l’inquinamento ambientale. La parola adesso spetterà al giudice Bracaglia Morante.

Mar. Ming.

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS