Aggiornato alle: 23:01 di Lunedi 19 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alvito – Scuola, l’opposizione bacchetta ancora il sindaco Martini

 ULTIME NOTIZIE
Alvito – Scuola, l’opposizione bacchetta ancora il sindaco Martini
08 Settembre
18:00 2020

 

 

 

Oltre alla mancata formazione della prima media nella Scuola Statale Mario Equicola, il gruppo di opposizione Alvito Bello ha inteso sottolineare, come già fatto nei mesi scorsi, lo stato di degrado in cui versa l’ex parco giochi collocato in prossimità della scuola media e dell’infanzia, bacchettando l’Amministrazione Martini.

“Siamo profondamente amareggiati dalla mancanza di attenzione ai bambini e ai ragazzi -precisano da Alvito Bello – che si percepisce dallo stato di completo abbandono del parco antistante la scuola dell’infanzia, relegata per non si sa bene quale ragione, nei locali della scuola media, invece che nella spaziosa “Domenico Santoro”, utile per favorire la continuità e la condivisione di socialità tra i piccoli della materna e delle elementari, come è sempre stato. Un’ incuria notata anche nel mancato ascolto delle docenti sugli arredi e le richieste imprescindibili per il buon funzionamento di una scuola”. In tal senso va detto che ancora oggi, martedì 8 settembre, delle lavagne, sedie, banchi per il distanziamento nelle aule e della stessa sanificazione dei plessi non si ha alcuna informazione. “Si spera – concludono dal gruppo di opposizione – che, essendo Alvito, e il sindaco Duilio Martini in particolare quale Presidente dell’Unione dei Comuni, responsabile per l’attuazione del tema istruzione per il progetto ‘Aree Interne’, venga riservata in futuro più attenzione sul mondo della scuola, magari affidandosi a soggetti capaci a far fruttare al meglio le risorse da investire”. Oggi in paese si respira un maggiore malcontento che, partendo dalla scuola, ha portato alcuni cittadini a fare una semplice riflessione: “Il prossimo anno si andrà al voto per la nuova amministrazione comunale, mentre tutto quello che davvero occorreva ad Alvito, oltre alle strade e ai lampioni (che potevano attendere), dalle strutture ai progetti preesistenti, è andato a logorarsi nel tempo, così come le spiegazioni da parte degli amministratori”.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS