Aggiornato alle: 09:00 di Sabato 6 Giugno 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alvito – Effetto Coronavirus, il sindaco: “Saranno utilizzati i fondi della Regione”

 ULTIME NOTIZIE
Alvito – Effetto Coronavirus, il sindaco: “Saranno utilizzati i fondi della Regione”
01 Aprile
22:45 2020

 

 

 

In arrivo i contributi del Governo per misure urgenti in tempi di Coronavirus. Per il Comune di Alvito sono previsti 20.684,32 euro con un ulteriore importo pari a 10.503,65.

Come saranno utilizzati i fondi ottenuti dalla Regione Lazio? A spiegarlo ai cittadini è il sindaco Duilio Martini. “Vi informo che si sta già lavorando di concerto con l’Aipes (Distretto C sociosanitario) per la predisposizione dei buoni spesa previsti per le famiglie più bisognose – sottolinea Martini -. Al momento è stata adottata la variazione di bilancio per questa nuova entrata e quanto prima verrà stilato uno schema di domanda con autocertificazione da parte di esercizi commerciali per adesione alla convenzione. Con il ‘buono spesa’ si potranno acquistare beni alimentari, carni, medicinali, igiene personale e della casa. I buoni saranno sottoscritti e consegnati da me, in qualità di primo cittadino, di concerto con il segretario sociale che eseguirà una verifica delle richieste con conseguente graduatoria e presa in carico da parte degli stessi servizi sociali.

Inizialmente l’ufficio darà priorità a nuclei che non usufruiscono di altre forme di sostegno al reddito (reddito di cittadinanza, cassa integrazione, indennità di mobilità, ecc…), per cui le autocertificazioni saranno valutate anche sotto questo profilo”. Per maggiori informazioni informazioni attualmente è possibile chiamare il Comune di Alvito allo 0776-510891. All’ente è già stato comandato di raccogliere nominativi richiedenti e il loro contatto telefonico per anticipare l’acquisizione delle informazioni. Seguirà un comunicato ufficiale dell’avvio delle domande mediante avviso che verrà pubblicato sul sito istituzionale, oltre che sui social e per mezzo cartaceo che sarà lasciato a domicilio tramite il servizio di raccolta differenziata porta a porta. E’ auspicabile che a beneficiare di tali bonus siano davvero cittadini in difficoltà.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE