Aggiornato alle: 22:31 di Lunedi 15 Luglio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Sei regioni si incontrano per sfidarsi… a freccette

 ULTIME NOTIZIE
Alatri – Sei regioni si incontrano per sfidarsi… a freccette
11 Luglio
15:08 2019
Nel weekend si terrà l’8° edizione dell’evento sportivo “6 Regioni di Soft Dart”: le gare si giocheranno a Tecchiena di Alatri, presso il PalaDance “Nonna Pina”, in via Campello. E’ la seconda volta che la manifestazione si svolge nella nostra regione: organizzata dal Comitato “6 Regioni” in collaborazione con i delegati nel Lazio di FIGeST, Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali, e FIDART, l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Freccette Italia Darts”.

Il Soft Dart è la versione moderna del gioco con le freccette, una disciplina che raccoglie sempre più consensi perché molto popolare. Con oltre 13milioni di praticanti ufficiali in tutto il mondo, riconosciuta dal CONI come uno sport già da 6 anni, è un’attività aggregativa e non di nicchia, che stimola ed attiva la mente, che richiede grande concentrazione per il massimo della precisione, un esercizio di elevato spessore emozionale.

Al torneo “6 Regioni di Soft Dart” parteciperanno le migliori quattro squadre di Lazio, Abruzzo, Marche, Campania, Umbria e Toscana che si sfideranno per i Campionati Regionali del Centro Italia, in attesa delle Finali Nazionali del Campionato Italiano 2020 che si terrà a Bolzano. Le sfide inizieranno nella serata di venerdì 12, alle ore 20:00, e poi si gareggerà per le intere giornate di sabato 13 e domenica 14. Nella pomeriggio di domenica, alle 17:00 sono previste le finali di tutte le serie ed alle 19:00 le premiazioni finali.

Grande soddisfazione dal referente Luigi Antonio De Rose, delegato per la Regione Lazio «Le diverse formazioni della provincia di Frosinone giocheranno in casa: 11 squadre ed oltre 100 atleti motivati, che già si sono distinti nei campionati stagionali, con la grinta di sempre. Il Soft Dart è sicuramente uno sport che sta prendendo piede: possono partecipare tutti, senza limiti di età o particolari esigenze fisiche. L’invito è quello di prendere parte all’evento, sia per sostenere i campioni nostrani che per avvicinarsi e conoscere questa disciplina, spesso poco considerata ma che riesce a coinvolgere ed entusiasmare sia chi la pratica che quanti osservano».
Sara Pacitto

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE