Aggiornato alle: 12:06 di Mercoledi 19 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri- Prosegue l’attività dell’Emporio Solidale

 ULTIME NOTIZIE
Alatri- Prosegue l’attività dell’Emporio Solidale
27 Luglio
12:59 2015
Ottimi risultati nel primo anno di vita della rete solidale formata dalle associazioni no profit e dalla Caritas con la supervisione del Comune. Presto nascerà anche un Regolamento per la Partecipazione Attiva dei cittadini alla vita amministrativa della città.

Antonio_Scacci

La collaborazione tra pubblico e privato in molte materie come la cultura e, soprattutto, la solidarietà e lo stato sociale, è ormai un dato di fatto ed una opzione ineludibile per garantire la continuità di servizi ed assistenza. Ad Alatri ottimi risultati sta avendo l’Emporio solidale costituito circa un anno fa su iniziativa del Comune di Alatri e da una idea del Consigliere Tonino Scaccia. L’idea di fondo era semplice ma efficace: sostituire una rete di solidarietà a favore delle famiglie bisognose formata, oltre che dall’assessorato ai servizi sociali quindi dal Comune, anche dalla Caritas e dalle altre associazioni no profit del territorio, in particolare l’associazione “Insieme per noi”, l’associazione “La Valle del Cosa”, e, recentemente, anche dall’associazione “Insieme”, grazie alla collaborazione e sensibilità di alcuni supermercati cittadini. Nei prossimi giorni i banchi alimentari della Caritas e dell’associazione “ Insieme per noi ” distribuiranno, infatti, grazie ai fondi dell’Emporio, prodotti alimentari ad alcune famiglie servite periodicamente. “Il ruolo di coordinamento e di supporto economico che svolge il Comune nei confronti delle associazioni di volontariato– sottolinea il consigliere Scaccia- oltre a garantire una maggiore trasparenza permette a queste di operare con più efficacia e con una visione generale del problema. Il risultato è evidente e positivo ed ha permesso in questo anno di attività di raggiungere fasce di utenti che in altro modo non sarebbero mai emerse. Voglio evidenziare soprattutto che questa esperienza rappresenta in modo esemplare quella virtuosa collaborazione tra Istituzione e Società Civile che questa Amministrazione ha sempre ricercato nel segno di una sempre maggiore apertura della P.A. alle esigenze reali dei cittadini e della “partecipazione” diffusa al processo amministrativo. In questo senso– conclude il consigliere- posso annunciare che si sta lavorando in Commissione per la redazione di un Regolamento per la “Partecipazione Attiva” dei cittadini alla Amministrazione della Cosa Pubblica.”

 

Andrea Tagliaferri

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE