Aggiornato alle: 23:04 di Martedi 24 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri- Continua la querelle sul centro per le interruzioni di gravidanza

 ULTIME NOTIZIE
Alatri- Continua la querelle sul centro per le interruzioni di gravidanza
25 Maggio
18:40 2017
Dopo la risposta della ASL frusinate, arriva la controreplica del Coordinamento cittadino di Forza Italia che annuncia un altro presidio sabato prossimo: “Dalla Regione forzature abortiste”.

La sanità torna a far parlare di sé dopo un lungo periodo in cui pareva che le animosità di anni e anni fossero passate in secondo piano. La decisione della Asl di Frosinone di aprire ad Alatri un Centro IVG dove le donne possono, secondo quanto prescrive la legge, ricorrere in caso di problemi a portare a termine la propria gestazione, secondo stringenti parametri legali, ha fatto alzare sugli scudi in particolare gli azzurri di Forza Italia che sono già scesi in piazza, o meglio, davanti il San Benedetto, con tanto di striscioni indirizzati alla Governance regionale e ai politici regionali di riferimento per il territorio. La risposta, per lo più tecnica, era arrivata dalla Asl la quale ribadiva che la decisione di ripristinare lo stato di legalità, così come prevede la norma,  ed aprire un centro per l’interruzione volontaria della gravidanza ad Alatri non era altro che un dovere di legge appunto, visto che nel capoluogo questa struttura mancava da un po’, motivando la scelta di Alatri con la coincidenza, nel nosocomio locale, della Day and Week Surgery. Ma la contro replica degli azzurri non si è fatta attendere. “La Asl afferma che il Presidio di Alatri e non Ospedale, si badi bene alle parole in questo caso, è stato trasformato in una struttura per la Chirurgia a ciclo breve”. Esordiscono da Forza Italia. “Quindi una prima constatazione di fatto possiamo farla: Zingaretti, Buschini e il complice Morini hanno smantellato quel sistema di sanità pubblica che faceva del nostro Ospedale un punto di riferimento per migliaia e migliaia di persone. Una prima operazione verità l’Asl l’ha fatta, allorché l’apertura di questo centro chirurgico farebbe di Alatri il luogo naturale ed adatto per ospitare il polo degli aborti. Questi signori, Zingaretti & Company– sottolinea la nota- non si pongono il minimo problema che Alatri era una struttura che garantiva quasi 1000 parti l’anno e che dava assistenza a centinaia di gestanti e future mamme, quando invece oggi si sente l’esigenza di portare avanti queste convinzioni politiche contrarie alla cultura della vita. Vedi il bando regionale sui medici non obiettori di coscienza che Zingaretti ha voluto a tutti i costi”. La nota di chiude con l’annuncio di un altro picchetto a difesa della vita e per la richiesta di un vero reparto Ostetricia e Ginecologia come nel passato, fissato per sabato prossimo.

A.T.

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS