Aggiornato alle: 23:03 di Martedi 11 Dicembre 2018
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Ciavardini (LEGA): “Troppe spese per cani randagi, serve un canile”

 ULTIME NOTIZIE
Alatri – Ciavardini (LEGA): “Troppe spese per cani randagi, serve un canile”
05 dicembre
18:32 2018
Torna di attualità un tema che di tanto in tanto si affaccia nel panorama politico cittadino. Ora è il movimento di Salvini a puntare il dito sulla mancanza di un progetto sistematico per i randagi

Il tema è sentito in quanto il Comune di Alatri, come provano le determine pubblicate periodicamente sull’albo pretorio, spende molti soldi per custodire i cani nei canili di Supino, Sgurgola e Serrone. Già anni fa si era pensato di costruire un canile comunale ma il progetto, tra l’altro redatto dai tecnici all’epoca, non ha mai visto proseguire l’iter. Questa volta è  Francesco Ciavardini a spronare il Comune: <<..se questa cifra fosse invece investita per la costruzione di un rifugio di prima accoglienza proprio sul nostro territorio? Un rifugio che abbia box riscaldati, sanitario a disposizione per le emergenze, recinzione e doppio cancello oltre ovviamente a luce ed acqua. In questa maniera, si potrebbe anche dare lavoro a volontari selezionati accuratamente, magari attraverso la formula garanzia giovani. Senza contare che esistono dei finanziamenti regionali ed europei a disposizione dei comuni che presentano progetti di questo tipo. Ho incontrato Luca Uspini, esponente dell’associazione ONLUS Tana Libero Tutti, e mi ha spiegato il suo operato sul territorio, che è davvero encomiabile, visto che gestisce quotidianamente tantissimi cani e gatti, senza contare che in due anni sono state fatte dall’associazione circa 230 adozioni!! Questo significa che Luca impegna gran parte del suo tempo e delle sue risorse economiche per salvare cani e gatti abbandonati e maltrattati, portandoli anche direttamente in adozione al centro e nord Italia. Le spese per il sostentamento e le  cure sanitarie di questi poveri animali sono tutte a carico della associazione che non riceve alcun aiuto dal comune>>. Ciavardini passa a fare anche una seconda proposta, quella di lanciare una campagna di sterilizzazione di massa <<…che sul lungo periodo porterebbe tantissimi benefici visto la massiccia presenza di randagi sul territorio alatrense che andrebbero piano piano a diminuire. È mia intenzione organizzare per il mese di Marzo/Aprile una manifestazione innanzitutto contro l’abbandono con lo scopo di raccogliere anche fondi per aiutare nel nostro piccolo chi, come Luca Uspini e la sua associazione, dedica la sua vita a questa causa. Nel frattempo studieremo a tavolino un progetto da presentare all’Amministrazione per la costruzione di un rifugio che, come dicevamo , poterebbe solo ed esclusivamente benefici non solo all’Amministrazione comunale, ma alla città intera>>.

A.T.

(Immagine di repertorio)

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE