Alatri – Chiusura Pronto Soccorso, attesa per la conferenza stampa | TG24.info
Aggiornato alle: 18:30 di Martedi 28 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Chiusura Pronto Soccorso, attesa per la conferenza stampa

 ULTIME NOTIZIE
Alatri – Chiusura Pronto Soccorso, attesa per la conferenza stampa
05 Agosto
12:30 2021

 

 

Continua il fuoco incrociato delle opposizioni alla scelta della Asl. Pressing sul sindaco in Consiglio e fuori. Morini, però, ribadisca: ”Sacrificio necessario per il bene della comunità. La ASL sta investendo sull’ospedale”. Alle 12 la conferenza stampa congiunta ASL- Comune.

Dopo il consiglio comunale infuocato di ieri, finito dopo cena, in cui le opposizioni hanno chiesto a più riprese un ripensamento all’amministrazione circa la propria posizione sui lavori al San Benedetto, arriva l’affondo della Lega. “Non finiamo mai di stupirci– afferma Pizzuti- e ancora una volta dobbiamo assistere all’ennesimo teatro dell’assurdo! Chiudere un pronto soccorso per un mese intero, si spera, perché occorre fare lavori di ristrutturazione! Cosa nobile e meritevole per un territorio che ha visto per decenni sottrarsi risorse e servizi, ma altrettanto indecente sospendere per un intero mese, o forse più, un servizio essenziale per la collettività. Il pronto soccorso di Alatri, che in questo anno di pandemia ha sorretto con dignità e professionalità il sistema sanitario garantendo assistenza a tutti, non è solamente un nome ma un servizio che si rivolge ad un bacino di utenza enorme. Non solo Alatri, ma anche tutti i comuni limitrofi, come Collepardo, Trivigliano, Torre Cajetani, Fiuggi, Acuto, Piglio, Ferentino, Paliano, Guarcino e molto altri ancora, resteranno sprovvisti di un servizio essenziale e vitale!

Rivolgersi al pronto soccorso di Frosinone- continua la nota– con gli attuali numeri (tempi di attesa e accessi) è pura follia, ingolfare un pronto soccorso già stremato e al limite rappresenterebbe il disastro assoluto. Ancor più con queste ondate di calore alle porte. Sarebbe stato il caso di avviare dei confronti con Sindaci e Amministratori locali anziché calare decisioni dall’alto, e questo mette a nudo tutta la pochezza della nostra attuale classe politica locale e della nostra Amministrazione comunale, sempre più prona alle decisioni altrui. Chiudere un pronto soccorso è una decisione scellerata e priva di buon senso, se proprio si vuole fare una buona opera che ci si adoperi immediatamente per trovare un’area antistante, magari anche con l’utilizzo dei tendoni della protezione civile utilizzati durante l’emergenza COVID, per realizzare una struttura parallela che continui a garantire un servizio adeguato ma sopratutto all’altezza. Con la vita delle persone non possiamo scherzare! Alternative non ce ne sono! Occorre pensare ad una struttura adiacente, funzionante e attrezzata, per garantire il servizio di emergenza-urgenza! In assenza di questo- chiude Pizzutici rivolgeremo all’autorità giudiziaria perché un’interruzione di un servizio pubblico, come quello di un pronto soccorso, non è AMMISSIBILE!”.

A.T.

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS