Aggiornato alle: 08:00 di 29 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Aumento canone delle palestre: la risposta all’assessore Ritarossi

 ULTIME NOTIZIE
Alatri – Aumento canone delle palestre: la risposta all’assessore Ritarossi
12 Agosto
08:22 2017
Il vicecoordinatore di Forza Italia Pizzuti accusa: “Ammettete di essere in dissesto”.

Caro assessore la premessa è: pre-dissesto finanziario. Se non capiamo qual è l’ambito in cui si sta muovendo il Comune di Alatri per colpa della vostra incapacità non possiamo fare nessun discorso”- esordisce così una nota stampa del coordinamento cittadino degli azzurri che continua: “Non ci stupisce il fatto che qualsiasi servizio nel nostro Comune stia aumentando perché lo avete portato sull’orlo del fallimento e questa è la naturale conseguenza e noi già da diverso tempo vi segnalavamo che la situazione non era più sostenibile e che andava adottata una diversa politica. Antonello Iannarilli esattamente un anno fa sulle colonne del “Messaggero” lo scriveva a caratteri cubitali: il bilancio del Comune di Alatri è falsato! e non è servito troppo tempo per accorgerci della reale situazione. Senza allontanarci troppo dal tema caro assessore, qui non si parla di liberalismo berlusconiano o di chissà quale teoria macroeconomica, qui si parla di buona amministrazione! Poi parla di privilegi, ma non pensa che aumentando i costi per le associazioni aumenteranno i costi anche per le famiglie? Poi siamo noi che vogliamo i privilegi o voi che li create aumentando le tasse rendendo più difficile l’accesso al mercato? Le cosiddette “barriere all’ingresso”?

Mi dispiace ma il paragone con quanto fatto dall’Amministrazione Magliocca e dal centro-destra non è minimamente replicabile. Con l’assessore Gianni Padovani furono inaugurate nuove palestre, con il lavoro dell’assessore Sandro Vinci costruzioni di asili e ampliamenti delle scuole, sistemazione del verde e messa a norma degli impianti di riscaldamento in molte plessi, e tutto questo fu riconosciuto da Presidi, docenti e perfino dal vostro vice sindaco Fabio Di Fabio. Per non parlare della scuola di Basciano, con il contributo dell’ex assessore Provinciale Giovanni Melone. Caro assessore, immagino la difficoltà nel gestire una situazione del genere ma non veniteci a parlare di collaborazione o equità sociale perché ad oggi quello che state facendo voi è esattamente il contrario, perdita di benessere sociale e ce lo dimostra anche l’ultimo avviso pubblico sull’accesso al trasporto scolastico A.S. 2017/2018, sembra essere esclusa la scuola secondaria di primo grado, comunemente detta scuola media. Ma come sempre speriamo di sbagliarci”.

 AT

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS