AGGIORNAMENTO Valcomino / Sant’Elia Fiumerapido – Ecco la “banda dei furti” che ha ripulito abitazioni e attività commerciali | TG24.info
Aggiornato alle: 08:00 di Venerdi 17 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

AGGIORNAMENTO Valcomino / Sant’Elia Fiumerapido – Ecco la “banda dei furti” che ha ripulito abitazioni e attività commerciali

 ULTIME NOTIZIE
AGGIORNAMENTO Valcomino / Sant’Elia Fiumerapido – Ecco la “banda dei furti” che ha ripulito abitazioni e attività commerciali
24 Luglio
18:30 2020

 

 

 

 

Sgominata la “banda dei furti” grazie ad un’indagine portata avanti dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sora, coadiuvati dai colleghi di Cassino, con l’ausilio dei militari delle Stazioni di Sant’Elia Fiumerapido, Alvito e San Donato, sotto la direzione della Procura della Repubblica del Tribunale di Cassino.

A finire in carcere questa mattina sono stati quattro complici che nell’arco di due anni hanno derubato abitazioni ed attività commerciali nella Valle di Comino. Ecco di chi si tratta. Il 46enne F.A. (con precedenti plurimi per furto, truffa, ricettazione, porto di armi e oggetti atti ad offendere, maltrattamenti in famiglia, abbandono di minori o incapaci, inquinamento di acque, inosservanza alle norme edilizie e violazione delle misure di contenimento dal Covid). Il 53enne F.C. (con precedenti plurimi per furto, lesioni personali, percosse, inquinamento di acque, minaccia, insolvenza fraudolenta, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, inosservanza alle norme in materia edilizia, porto di armi od oggetti atti ad offendere) e il 60enne F.S. (con precedenti plurimi per furto, truffa, ricettazione, inosservanza alle norme sull’edilizia, porto d’armi od oggetti atti ad offendere). Il quarto uomo, al momento ancora ricercato, è un 45enne, R.M., originario come gli altri di Sant’Elia Fiumerapido, ma da tempo residente nel territorio di Settefrati. Ognuno di loro aveva sotto controllo la “zona di competenza” per assicurarsi il furto. In oltre i quattro, avvalendosi occasionalmente di alcuni complici/fiancheggiatori, avevano costituito un affiatato sodalizio criminale, con specifica ripartizione dei compiti, al fine di mettere a segno un gran numero di furti nell’ambito di abitazioni e attività commerciali nella provincia di Frosinone. Gli stessi detenevano una o più armi comuni da sparo, con l’aggravante di aver agito travisati, in più di tre persone, con violenza sulle cose ed armati. I reati scoperti si sono verificati nei Comuni di Casalvieri, Atina, Sant’Elia Fiumerapido, Gallinaro, Aquino e Cassino, tra il 29 gennaio 2019 e il 30 gennaio 2020. Tra le modalità di azione della banda vi era l’abitudine di evitare l’utilizzo di telefonini nel corso dei furti, prediligendo le più sicure radio ricetrasmittenti. L’indagine si è protratta per diversi mesi, a partire dal dicembre 2019, nel momento in cui una serie di furti tra Gallinaro, Atina ed Alvito, aveva indirizzato l’attività investigativa dei Carabinieri del luogo sugli arrestati. Dopo una certosina acquisizione di piccoli indizi e frammenti di informazioni raccolti, acquisiti inequivocabili indizi di colpevolezza nei confronti dei soggetti, su concorde parere dell’Autorità Giudiziaria che ha diretto tutta la fase delle indagini preliminari, sono state avviate attività di intercettazioni tecniche ed ambientali, nonché quelle di osservazione e pedinamento. Poi, attraverso mirate perquisizioni, sono stati rinvenuti gioielli, denaro, attrezzature edili e agricole con restituzione ai legittimi proprietari. Si attendono ulteriori aggiornamenti sulle ricerche in atto nei confronti del 45enne R.M., unico residente in Valle di Comino.

Caterina Paglia

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS