AGGIORNAMENTO Italia – Rientro lanciatore cinese, le ultime novità | TG24.info
Aggiornato alle: 16:33 di Sabato 12 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

AGGIORNAMENTO Italia – Rientro lanciatore cinese, le ultime novità

 ULTIME NOTIZIE
AGGIORNAMENTO Italia – Rientro lanciatore cinese, le ultime novità
08 Maggio
22:21 2021

 

 

Il tavolo tecnico della Protezione Civile sul rientro del razzo cinese si è aggiornato alle ore 19 di questo tardi pomeriggio. Il razzo cinese di rientro potrebbe cadere in Italia e sono nove le regioni del Centro-Sud potenzialmente interessate: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Potrebbero essere tre i passaggi sull’Italia del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B”: il primo alle ore 01.05, il secondo alle ore 02.36 e il terzo alle ore 4 circa, con una finestra temporale di incertezza di ± 3 ore. L’attenzione dovrà essere alta dalle ore 1 alle ore 7 del 9 maggio. La Protezione Civile rassicura che è remota la probabilità che uno o più frammenti cadano sul nostro Paese. “Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (ASI) durante il nuovo incontro del tavolo tecnico che si è aggiornato nel pomeriggio di oggi presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, si è ridotta la finestra di incertezza relativa al rientro incontrollato in atmosfera del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” previsto per questa notte. Al momento, le tre traiettorie che potrebbero interessare alcuni settori di nove regioni centro-meridionali italiane si collocano tra l’01:00 di notte e le 07:30 del mattino ora italiana. Al tavolo tecnico hanno partecipato anche rappresentanti delle Regioni potenzialmente interessate, per la condivisione di analisi e aggiornamenti sull’evoluzione delle operazioni con i territori e con le strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile. È utile ricordare che resta remota la probabilità che uno o più frammenti possano cadere sul nostro territorio. Tuttavia il tavolo tecnico continuerà a seguire l’evolversi della situazione attraverso i dati disponibili fino all’avvenuto impatto al suolo.” (foto INAF)

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS