Aggiornato alle: 12:00 di Sabato 15 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

AGGIORNAMENTO Anagni – Spari di pistola in un bar, arrestato il barista e lo stalker

 ULTIME NOTIZIE
AGGIORNAMENTO Anagni – Spari di pistola in un bar, arrestato il barista e lo stalker
06 Luglio
19:27 2020
Non è una scena di un film western quella che è andata in onda questa mattina nella periferia anagnina, in regia nessun Sergio Leone, ma un albanese e un rumeno. Arrestati entrambi.

Questa mattina un uomo di 34 anni di nazionalità rumena, già denunciato per stalking dalla ex fidanzata anche lei rumena di 28 anni, ha minacciato la donna mentre era sul posto di lavoro, un bar sito in via Anticolana. L’uomo a un certo punto ha lanciato il proprio telefonino contro la vetrata del locale, infrangendola. A questo punto, il titolare del bar un albanese di 28 anni ha estratto una pistola a tamburo smith & wesson cal. 357 magnum illegalmente detenuta e ha esploso due colpi in aria, all’indirizzo del rumeno che si allontanava. Fortunatamente nessun ferito, è stato immediato l’intervento dei Carabinieri di Anagni che hanno recuperato la pistola e portato i due in caserma. Dagli accertamenti sulla pistola detenuta illegalmente dal cittadino albanese è salato fuori che l’arma era stata rubata e denunciato il furto il 21 dicembre 2012, presso la Stazione Carabinieri di Zagarolo. La pistola è stata sequestrata insieme a tre cartucce dello stesso calibro. Dalla perquisizione domiciliare del titolare del bar sono state rintracciate due cartucce da caccia calibro 12, una pistola ad aria compressa priva di tappo rosso e un’ascia, il tutto è stato sequestrato. L’uomo è stato arrestato per detenzione illegale di arma comune da sparo con relative munizioni, tentato omicidio e ricettazione. Mentre il cittadino rumeno al termine degli accertamenti del caso, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e danneggiamento. I due arrestati, al termine delle formalità di rito, venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE