Aggiornato alle: 17:02 di Venerdi 20 Gennaio 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Vico nel Lazio – “Progetto Filo d’Arianna anno 2017”, aperti i termini per le domande

Vico nel Lazio – “Progetto Filo d’Arianna anno 2017”, aperti i termini per le domande
28 dicembre
19:00 2016
L’iniziativa del Comune ernico è finalizzata al funzionamento di servizi scolastici e permetterà a 8 donne di lavorare nelle scuole.

Piccola occasione per 8 donne nel Comune di Vico nel Lazio grazie ad un progetto di inserimento lavorativo, seppur temporaneo. In esecuzione della apposita Delibera il Comune di Vico nel Lazio ha reso noto che dalla data di pubblicazione dell’ avviso il 21 dicembre scorso, sul sito WEB del Comune sono disponibili i moduli validi fino al 03/01/per la presentazione delle domande riguardanti l’inserimento nel progetto “Filo d’Arianna” anno 2017 per persone e nuclei familiari in stato di disagio sociale.

Tale progetto per il prossimo anno è finalizzato al funzionamento di servizi scolastici e le prestazioni da rendere “senza vincolo di lavoro subordinato” riguardano: 1. Pulizia locali mensa – mesi 8 (da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre 2017); 2. Sorveglianza sul pulmino – Gennaio 2017 fino alla chiusura della Scuola materna; inizio scuola materna – Dicembre 2017. Gli interventi programmati richiederanno l’inserimento lavorativo di 2 unità ogni bimestre e, quindi, un totale di 8 unità con orario lavorativo: 1. Assistente sul pulmino che trasporta alunni della scuola materna: ore giornaliere 3 in orario di ingresso e uscita degli alunni scuola materna da definire con l’autista del mezzo; 2. Addetta alle pulizie scuola materna in loc. Pitocco ore 3 giornaliere dalle ore 12.00 alle ore 15.00; Il progetto è destinato a persone di sesso femminile  e le relative domande, redatte secondo lo schema presente sul sito del Comune, dovranno pervenire corredate, pena l’esclusione, dalla seguente documentazione: 1) ISEE 2015. 2) dichiarazione sostitutiva del richiedente l’inserimento lavorativo riguardante la situazione attuale del nucleo familiare conforme ai dati contenuti nello schema di domanda. 3) certificato di idoneità sanitaria al trattamento cibi (solo per chi indica il servizio pulizia mensa).

Il Servizio Sociale redigerà per ogni beneficiario il progetto di inserimento, approvato dalla Giunta Comunale con verifica all’atto di ogni inserimento bimestrale della permanenza dei requisiti che danno luogo al beneficio.

And. Tag.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE