Aggiornato alle: 14:01 di Venerdi 18 Agosto 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

San Giovanni Incarico – Incendio, le case sono salve: il fuoco verso Falvaterra

11 agosto
19:08 2017
Due ore di fuoco. Due ore di paura nelle quali si è temuto che le fiamme potessero arrivare realmente alle case dei residenti del centro storico. Due ore nelle quali la popolazione, le forze dell’ordine e i volontari della protezione civile hanno fatto quadrato per scongiurare conseguenze più gravi. Si va verso la messa in sicurezza dell’incendio che si è sviluppato nel pomeriggio sulla collina che sovrasta San Giovanni Incarico.

Tutte le abitazioni sono al sicuro, anche se rimangono ancora dei focolai che si stanno cercando di spegnere proprio in questi minuti. Oltretutto sono in corso anche altri interventi su terreni privati nei quali, complice il vento del pomeriggio, è volato qualche tizzone infuocato. Insomma, ore nelle quali si è lavorato su più fronti. Oltre all’intervento dei vigili del fuoco, sono arrivati dall’alto sia un elicottero che un canadair. Prezioso, naturalmente, anche il contributo dei carabinieri della stazione di San Giovanni Incarico e della Compagnia di Pontecorvo che hanno fatto in modo che la situazione lungo le strade non degenerasse, soprattutto negli attimi di panico nei quali tanti residenti hanno lasciato le proprie case preoccupati che potessero arrivare le fiamme. Il pericolo che potessero esserci problemi più gravi è stato scongiurato, anche se sarà necessaria ancora qualche ora per mettere completamente in sicurezza la situazione. In questo momento, comunque, le fiamme si stanno pian piano spostando verso la zona Casalotti al confine con il comune di Falvaterra. Un territorio boschivo con pochissime abitazioni. Proprio in questi minuti abbiamo contattato il sindaco di San Giovanni Incarico Paolo Fallone con il quale abbiamo fatto il punto: <La situazione è in via si risoluzione, almeno per quanto riguarda le case. Nelle prossime ore, comunque, continueremo a sorvegliare il centro abitato per scongiurare qualsiasi tipo di pericolo. Il fronte del fuoco, che rimane comunque molto alto, si sta spostando verso Falvaterra. A destare preoccupazione è purtroppo il vento forte che non permette di prevedere come si muoverà il fuoco>.

CAP

Foto e video Vin.Car.

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE