Aggiornato alle: 17:12 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Rubriche

#Tg24Donna – Violenza contro le donne, intervista a Monica Vivona

 ULTIME RUBRICHE
  • Sora – Si è spento Ferdinando Borrelli E’ morto l’ex bidello del liceo Psicopedagogico di Sora Ferdinando Borrelli. Una notizia che ha rattristato la comunità volsca. Ferdinando era conosciutissimo e molto stimato. Figura storica del Liceo, Ferdinando...
  • Sora – Gabriele Cellupica Il giorno 26 ottobre alle ore 9 veniva a mancare all’affetto dei suoi cari presso l’ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone, all’età di 59 anni, Gabriele Cellupica. Ne danno il triste...
  • Giorni lieti – Benvenuta Celeste  Nastro rosa in casa Bonanni a Cassino dov’è arrivata la bellissima Celeste per la gioia immensa di mamma Rosellina, papà Francesco e delle sorelline Rebecca e Gioia Maria. Alla bella...
  • Offerta Lavoro – Tecnocasa ricerca collaboratori su Frosinone Gruppo Tecnocasa, di Isola del Liri , Veroli ,Sora per la prossima apertura nel citta’ di Frosinone, seleziona 3 collaboratrici ( segreterie) e 6 collaboratori per avviarli all’attività di agente...
  • Offerta lavoro – Personale medico e infermieristico a rapporto libero professionale Si ricerca personale medico e infermieristico a rapporto libero professionale. Gli interessati possono inviare la propria candidatura via mail al seguente indirizzo: Casadicura@villagioia.it  ...
  • Giorni lieti – Auguri papà Rocco Giorno importante per il signor Rocco che oggi spegne 80 candeline. “80 anni sono un’età bellissima. C’è un ricco passato a cui attingere con la memoria, ma c’è ancora un...
  • Offerta lavoro Ceprano – Addetto alla conduzione mezzi Azienda privata di trasporti avente sede operativa a Ceprano (FR), che opera nell’ambito nazionale, ricerca autisti per ampliamento proprio organico. L’addetto alla conduzione dei mezzi deve essere in possesso di...
  • Giorni lieti – E’ nata la piccola Asya Oggi giornata di festa per la famiglia che festeggia l’arrivo di Asya. “Benvenuta piccola Asya, in questa bellissima giornata di sole hai riempito i nostri cuori di gioia! Tanti auguri...
  • Giorni lieti – Buon onomastico Laura!  Oggi si festeggia santa Laura. Per l’occasione tutti i componenti dell’associazione “Il Glicine” di Isola del Liri rivolgono un caloroso augurio a Laura Catallo, responsabile relazioni con il pubblico e...
  • Giorni Lieti – Buon compleanno a Maria Teresa  Auguri per i suoi 18 anni a Maria Teresa Cinelli. La mamma Lucia, il papa’ Antonio, il fratello Simone ed il nonno Giuseppe augurano tutto il bene del mondo a...
#Tg24Donna – Violenza contro le donne, intervista a Monica Vivona
10 Ottobre
09:04 2017
La dott.ssa Monica Vivona, nota ed apprezzata Psicologa, formatrice e psicoterapeuta ad indirizzo gestaltico, cura progetti e programmi particolarmente interessanti. L’abbiamo invitata a parlarci del tema del giorno, un argomento spesso trattato perché “di moda”, ma talvolta affrontato con superficialità e senza la necessaria competenza.

“L’analisi dell’Istat e del Ministero della Giustizia del 2017 ci mostra i numeri di una violenza contro le donne di grandissime proporzioni: quasi sette milioni di donne hanno subito qualche forma di abuso nel corso della loro vita. Per violenza contro le donne si intende qualsiasi violazione della personalità di una donna, della sua integrità mentale o fisica, o della sua libertà di movimento attraverso atti individuali e oppressione sociale (violenze domestiche, stalking, stupro, insulto verbale…).

Trenta anni fa, la maggior parte delle forme di violenza contro le donne erano taciute sotto una coltre di silenzio o accettazione. Oggi, poiché sempre più donne parlano della violenza subita, è emerso che le aggressioni si verificano ampiamente e che la società e le istituzioni non hanno saputo affrontare il problema efficacemente. Una riflessione sulla violenza sulle donne non può prescindere da una riflessione sul sistema culturale, sociale, istituzionale. Certamente abbiamo fatto qualche passo in avanti dai tempi del delitto d’onore, ma la strada è ancora molto lunga, analizziamo perché: La lingua italiana è sessista. Sul web gira uno schema umoristico che ci mostra come alcuni nomi o aggettivi assumano un significato diverso a seconda che siano al maschile o al femminile. Bene, i termini al maschile hanno vari significati, ma l’accezione femminile è sempre e solo una, indovinate quale? (un massaggiatore/una massaggiatrice, un uomo di strada/una donna di strada, un intrattenitore/un’intrattenitrice, un uomo molto disponibile/una donna molto disponibile, per citarne alcuni). Non equità nella presenza femminile nelle istituzioni e nei posti di potere, e quando una donna raggiunge un livello pari ad un uomo, accade perché le è stato “concesso” da un uomo e persiste una disparità nel salario. Investimenti insufficienti a favore della maternità (avete mai sentito che ad un uomo durante un colloquio di assunzione sia stato chiesto se ha figli?)

Investimenti sempre più ridotti sui servizi di assistenza alle vittime di violenza. La nostra cultura è ancora sessista e discriminatoria nei confronti delle donne, la violenza contro le donne è così insita nel tessuto della società che le vittime si sentono colpevoli e gli aggressori si sentono giustificati: ogni volta che una donna è vittima di violenza, iniziano i cori di pregiudizi e stereotipi (”Aveva una gonna troppo corta”, ‘“Lo ha provocato”, ecc) e di giustificazioni dell’aggressore (“E’ stato un raptus”, “Era geloso”, ecc). Nella comunicazione ci sono forti messaggi sociali che fanno intendere che la violenza, le molestie sessuali e altre forme di violenza sono accettabili: ogni giorno nei mezzi di comunicazione vediamo immagini di violenza maschile contro le donne (nella pubblicità, nei film, nei notiziari). E’ necessario sottolineare che nella maggioranza dei casi le violenze verso le donne avvengono proprio da parte di qualcuno di cui la donna si fida (in giovanissima età da parenti, amici di famiglia, conoscenti; dopo la pubertà da fidanzati, partner o ex partner). Ho tenuto corsi di autostima al femminile alle operatrici di centri antiviolenza e ho potuto verificare quanto una scarsa autostima possa rappresentare un problema serio per le donne vittime di violenza. In particolare, spesso l’autostima e la violenza domestica (che comprende violenza fisica, psicologica e stalking) sono connesse. Un uomo che perpetua violenza domestica ad una donna ha il bisogno di controllare la sua vittima: se la vittima ha una scarsa autostima, questo non le permette di sottrarsi e porre fine al rapporto abusivo in cui si trova coinvolta. L’autostima da sola non può combattere la violenza domestica. Anche una donna con un’alta autostima può esserne colpita, ma se ha una migliore immagine di sé ha più possibilità di lasciare un uomo violento. Un uomo abusante è un manipolatore: utilizza le paure e i dubbi della vittima su se stessa, per questo la vittima ha bisogno di sostegno per sentire di avere la possibilità di porre fine agli abusi, deve sentire di non essere sola, in questo gli amici e i famigliari hanno un ruolo fondamentale.

La donna che si sottrae ad un rapporto violento deve avere molto coraggio: sia perché il suo aggressore utilizza minacce e intimidazioni, sia perché ne prova vergogna. La storia dell’umanità ci dice che l’uomo ha trovato vari modi di controllare la libertà della donna in varie culture: l’infibulazione, la clitoridectomia, la fasciatura dei piedi in oriente (che impediva la libertà di movimento), nei paesi come l’Italia venne esaltata la verginità (la famiglia era la custode della purezza della figlia, che così veniva consegnata allo sposo). L’idea della donna-oggetto dell’uomo viene da lontano e per essere sradicata è necessaria una grande azione culturale ed educativa. E’ necessario cambiare la società: i nostri modelli culturali, i nostri atteggiamenti, le nostre rappresentazioni, il nostro linguaggio, prendere consapevolezza degli stereotipi e della tolleranza sociale della violenza di genere al fine di giungere ad una cultura in cui le relazioni siano fondate sul rispetto reciproco. E questa azione non riguarda solo le donne, gli uomini ne devono essere parte attiva e consapevole”.

Jackal

 

LE PIU' LETTE
Caterina Paglia 12 ore ago
Aveva truffato un'anziana vedova 82enne lo scorso luglio, approfittando della sua fiducia, dopo una serie di indagini, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati dai colleghi di Napoli Borgoloret…
Alessandro Andrelli 13 ore ago
Parlando di maledizione dello Stradone siamo stati facili profeti. Appena ieri abbiamo riferito di una perdita idrica particolarmente insidiosa. A farne le spese alcuni automobilisti che, rient…
Alessandro Andrelli 3 ore ago
Edicola…
Alessandro Andrelli 9 ore ago
Salgono a 227 i cittadini positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 5 ricoverati presso strutture ospedaliere e 222 in isolamento domiciliare. Salgono anche i guariti che raggiungono quota 15…
Alessandro Andrelli 12 ore ago
Coronavirus, l'elenco aggiornato dei casi in isolamento domiciliare fornito dalla Asl ha raggiunto un totale di 12 persone positive. A comunicarlo alla cittadinanza è il sindaco Pancrazia Di Be…
Alessandro Andrelli 10 ore ago
Da lunedì 26 ottobre il drive di Sora è aperto anche nei giorni dispari, sempre dalle 9 alle 13, per accogliere al meglio l’iperafflusso che si prevede nei prossimi giorni per l’aumento dei casi posit…
Alessandro Andrelli 12 ore ago
"E’ stata avviata la procedura di revoca per l’Ambulatorio Analisi Cliniche - Luisa di via Padova a Roma e la conseguente esclusione dall’elenco dei laboratori che si sono impegnati ad applicare il pr…
Alessandro Andrelli 11 ore ago
Una storia a lieto fine quella del cane infortunato alla zampa che sembrava chiedere aiuto nel centro storico di San Donato. In realtà era alla ricerca del proprietario, dopo essersi allontanat…
Alessandro Andrelli 12 ore ago
(di Alessandro Andrelli) Conferenza stampa a Palazzo Chigi del premier Conte, con il ministro dell'Economia Gualtieri e del ministro dello Sviluppo Econimico Patuanelli dopo l'approvazione del Decreto…
Alessandro Andrelli 11 ore ago
Gli amministratori del Comune di Isola del Liri hanno immeritatamente indossato le penne del pavone quando la Regione, tramite l'Astral, ha rifatto il manto di asfalto all'ex statale 82 della Valle…