Aggiornato alle: 14:01 di Venerdi 18 Agosto 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Paliano – PD: “L’ex sindaco unico vero responsabile di quanto accaduto a La Selva”

Paliano – PD: “L’ex sindaco unico vero responsabile di quanto accaduto a La Selva”
17 febbraio
16:15 2017
La privatizzazione della zona laghi del Parco La Selva ha acceso una speranza di rilancio economico della riserva naturale. Dopo anni è stata acquistata all’asta da un imprenditore, che si occuperà senz’altro di far tornare quella porzione di oasi, sistemata tra le dolci colline del palianese, una metà di turisti e appassionati della natura.

Il sindaco Domenico Alfieri con la sua amministrazione ha dichiarato di essere pronto a una collaborazione con il privato per riportare occupazione e sviluppo economico. L’opposizione non la pensa allo stesso modo e il circolo Pd di Paliano risponde alle loro accuse con una nota.

“Le bugie di Sturvi su La Selva, l’unico vero responsabile di ciò che è accaduto oggi. Fare opposizione sulle menzogne può accadere soprattutto se chi ricopre quel ruolo non ha argomenti validi ma ciò che oggi dichiara l’ex sindaco è davvero vergognoso. L’unico vero responsabile di quanto accaduto a La Selva oggi è soltanto lui e vi spieghiamo il perché. Fu proprio L Amministrazione Sturvi a liquidare la STU (Società di Trasformazione Urbana) creata durante L Amministrazione Giordani che metteva insieme Regione, Provincia di Frosinone, Comune di Paliano e un eventuale socio privato scelto attraverso un bando pubblico che avrebbe rilevato i lotti all’ asta de La Selva e rilanciato il parco. Uno strumento urbanistico che metteva Pubblico e Privato insieme e non avrebbe permesso ai privati di rispondere all’asta in quanto per legge la Stu avrebbe avuto diritto di prelazione. Poco dopo l’ insediamento dell’ Amministrazione Sturvi, l’allora Sindaco inspiegabilmente liquidò la STU permise ai privati di rispondere all’asta e proprio durante la sua consiliatura alcuni privati acquistarono l’ex Tana ed il Vigneto.
Oggi l’ex sindaco parla di aver evitato la cementificazione de La Selva. Altra enorme bugia. Fu proprio la sua amministrazione a farsi promotrice di una variante che prevedeva milioni di metri cubi di cementificazione a ridosso de La Selva, operazione oggi tra l’altro al vaglio della Magistratura. Per quanto riguarda la questione Colle Fagiolara le bugie non hanno limite. Mentre durante il governo Sturvi nulla di concreto è stato fatto, oltre patetici ordini del giorno e fantomatiche delibere di giunta che a nulla di concreto hanno portato, l’Amministrazione Alfieri invece ha fatto ricorso al TAR contro la Regione Lazio per la determinazione che prevedeva la sopraelevazione della discarica. Fatti e non chiacchiere. Oggi La Selva è stata acquistata da un Privato e l’ Amministrazione Alfieri è pronta a collaborare affinché il nostro stupendo Parco torni ciò che era e crei sviluppo economico ed occupazione.”

Anna Ammanniti

Tags
SOCIAL

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE