Aggiornato alle: 08:15 di Sabato 27 Maggio 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Fumone – Tassi da capogiro, ai domiciliari presunto estorsore e usuraio

Fumone – Tassi da capogiro, ai domiciliari presunto estorsore e usuraio
17 febbraio
15:01 2017
Arresti domiciliari per il sessantenne residente a Fumone accusato di estorsione e usura.

Alcuni giorni fa, a seguito della denuncia di un imprenditore di Alatri che lo accusava di aver richiesto 60.000 euro a fronte di un prestito che gli aveva fatto di 12 mila euro. L’uomo gli avrebbe applicato tassi di interesse superiori al 300%. Non potendo onorare quel debito il sessantenne a detta dell’imprenditore che ha poi presentato denuncia ai carabinieri di Alatri, aveva cominciato a minacciare lui e la sua famiglia. Sapeva che facendo leva sulle persone a lui care sarebbe riuscito ad ottenere tutto il denaro che aveva richiesto riusciva ad ottenere tutto e subito. Tra l’altro l’uomo era conosciuto nell’ambiente per essere una persona spietata, un soggetto pericoloso incline a delinquere, e dunque doveva stare molto attento a come si muoveva. Nei giorni scorsi quando i militari hanno avuto in mano tutti gli elementi necessari per fermarlo hanno fatto scattare il blitz. I carabinieri lo hanno bloccato proprio mentre si accingeva a partire per l’estero.
Ieri mattina, accompagnato dal suo legale di fiducia, l’avvocato Rosario Grieco, l’uomo è dovuto comparire davanti al giudice del tribunale di Frosinone per la convalida dell’arresto. Il difensore ha sostenuto che non c’erano elementi per la reiterazione del reato e il giudice dopo aver ascoltato l’arringa del difensore ha accettato la sua richiesta di arresti domiciliari.
Mar.Ming.

Tags
SOCIAL

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE