Aggiornato alle: 22:07 di Sabato 27 Maggio 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – La scuola Lombardi senza riscaldamento, i genitori riprendono i figli

Ceprano – La scuola Lombardi senza riscaldamento, i genitori riprendono i figli
09 gennaio
17:15 2017
Il comune, sul profilo facebook dell’ente, nella serata di ieri, aveva rassicurato tutti: “In giornata abbiamo provveduto a riscaldare le scuole in maniera tale che domattina al rientro dalle vacanze, e visto il netto calo delle temperature in questi giorni, i locali potranno essere accoglienti”. Così non è stato. O meglio, non del tutto. In qualche classe, infatti, le lezioni sono riprese senza alcun tipo di problema. In altre, invece, vista la mancanza di riscaldamento, e viste soprattutto le temperature “polari” di questi giorni, i genitori sono stati costretti a riprendere i loro figli. Ora la situazione è tornata alla normalità.

C’è stato dunque qualche problema, in particolare per la classe 5^ della “Lombardi”. E questo nonostante l’intervento del tecnico nella giornata di ieri. Le bassissime temperature della notte, infatti,  hanno creato ulteriori problemi, e, poiché gli interventi per il ripristino della situazione sono andati avanti per diverso tempo, molti genitori hanno preferito riportare a casa i loro bambini. Una situazione, questa, che ha avuto strascichi polemici anche sui social, con botta e risposta tra i genitori e lo stesso sindaco Marco Galli. A chi faceva notare che “I termosifoni della Irma Lombardi non funzionano come non funzionavano gli ultimi giorni di scuola del 2016!Alla faccia dei controlli preventivi e dell’efficienza dei miei stivali!”, Galli ha risposto “su mia disposizione il tecnico si è recato in tutte le scuole per far sì che stamattina i bambini non avessero problemi per il freddo. I blocchi, purtroppo, non sono preventivabili soprattutto a -7. In ogni caso, siamo intervenuti tempestivamente per ripristinare il funzionamento”. Il botta e risposta è andato avanti, con un genitore che ha fatto notare che la situazione, al contrario di quello che diceva il sindaco, non era assolutamente risolta “La classe 5° della Irma Lombardi è ancora al freddo in quanto il termosifone non riesce a riscaldarsi. Lo stessissimo problema avuto prima delle feste! I blocchi per freddo si possono sia prevedere (previsioni del tempo) che prevenire.  Dove gela a – 25 questi problemi non li hanno”. A peggiorare la situazione, oltre al riscaldamento a singhiozzo, da segnalare anche acqua con il contagocce dai rubinetti. Questo, probabilmente, a causa del ghiaccio nelle tubature. In tarda mattinata la situazione è comunque tornata alla normalità. Abbiamo interpellato il vicesindaco Cacciarella che ha spiegato: <Quelli che dobbiamo affrontare sono purtroppo problemi non preventivabili. Senza dimenticare agli impianti obsoleti delle nostre strutture pubbliche. Alla Lombardi, per evitare che ci siano ancora problemi, la caldaia resterà accesa tutta la notte. In tutto il territorio, poi, abbiamo avuto anche altri disagi legati alle basse temperature che risolveremo al più presto. Al Nido comunale è da sostituire uno dei due impianti presente. Nelle prossime ore, invece, ci sarà l’intervento al Centro Diurno di via Ponterotto. Problemi si registrano anche all’impianto dell’aula consiliare> CAP

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE