Aggiornato alle: 22:32 di 23 Aprile 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Mercatino della solidarietà presso il convento di Suore San Vincenzo

Arpino – Mercatino della solidarietà presso il convento di Suore San Vincenzo
26 novembre
10:22 2016

 

 

 

 

“Una manciata di semi di Bontà per far crescere la solidarietà verso i più bisognosi”, al via domani il mercatino delle Suore della Carità ad Arpino.

 

“E’ bello essere buoni”, una domenica ricca di iniziative presso il convento delle Suore della Carità – San Vincenzo ad Arpino. Domani dalle 15.30 in poi nella storica struttura presso il quartiere Arco, la professoressa Raffaella Capitelli, referente laica Amici Santa Giovanna Antida, parlerà del volume “E’ bello essere buoni” di Alessandro Pronzato. E’ dedicato alla figura di Suor Nemesia, nell’anniversario di morte della Beata: si tratta di una figura educativa e di carità presa come punto di riferimento anche dalla comunità religiosa arpinate. I saluti saranno affidati a suor Felicetta Messore, referente per Suore di Santa Giovanna Antida, mentre la Superiora Suor Carmelina Mancini concluderà il momento culturale e spirituale con una preghiera proprio dedicata a Suor Nemesia. Dopo si passerà al taglio del nastro presso il mercatino della solidarietà, organizzato a sostegno dei progetti Missionari delle Suore della Carità. “Sarà un’occasione per riflettere sulla figura di Suor Nemesia, personalità ammirata, imitata e rimasta nel cuore per la sua ‘bellezza’ che altro non era che bontà, da qui il titolo del volume – hanno commentato il sindaco Renato Rea e la consigliera delegata alla Cultura Rachele Martino -. Essa rappresenta un patrimonio educativo, punto di riferimento spirituale e culturale. Alle porte del Natale, l’incontro di domani sarà soprattutto animato dalla solidarietà: ci saranno lavori fatti a mano dalle Suore e oggetti natalizi. Il ricavato della vendita andrà in beneficenza per i progetti missionari delle Suore, molte delle quali ad esempio si sono messe a disposizione delle popolazioni martoriate dalla guerra in Siria”. Gli stand rimarranno aperti per una settimana, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE