Anagni – Giuseppe Felli:” La cura dei beni urbani ci rende tutti più ricchi” | TG24.info
Aggiornato alle: 17:12 di Giovedi 23 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Giuseppe Felli:” La cura dei beni urbani ci rende tutti più ricchi”

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Giuseppe Felli:” La cura dei beni urbani ci rende tutti più ricchi”
14 Dicembre
14:50 2016

 

 

Sono trascorsi due anni dall’ introduzione del Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni urbani, introdotto  dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Felli (Progetto Anagni), portato ed approvato all’unanimità dal Consiglio.

Anagni è stato  il primo comune del Lazio ad adottare il “Regolamento sulla collaborazione tra Cittadini ed Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” redatto sotto la direzione scientifica di Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà. La collaborazione consiste nella cura o nella rigenerazione dei beni comuni urbani, il tutto attraverso un patto sottoscritto con l’Amministrazione. I cittadini attivi, ossia i soggetti che si attivano per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani ai sensi del regolamento. La manifestazione di interesse, formulata dai cittadini attivi, si chiama proposta di collaborazione, che può essere spontanea oppure formulata in risposta ad una sollecitazione del Comune. L’ente comunale e cittadini attivi definiscono l’ambito degli interventi attraverso il patto di collaborazione.  Di seguito i beni per i quali l’Amministrazione richiede l’interesse dei cittadini attivi:

– Parco giochi nei pressi della Scuola Ambrosi De Magistris

– Bersò
– Parco giochi Piscina
– Parco Pantanello
– Fontana Piazza Bonghi
– Fontana Piazza d’Azeglio
– Stradone S. Anna (Geymonat)

In questi due anni sono state riqualificate le fontane di Viale Roma e del Parco della Rimembranza, più l’aiuola al bivio di San Filippo. In programma altre due collaborazioni, la sistemazione dell’ingresso del Parco Piscina e di un’aiuola in località Finocchieto. Soggetti ed imprenditori che oltre ad edificare, spendono per rendere più belli i nuovi spazi urbani che si stanno creando.

Il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Felli (Progetto Anagni): “Sono passati due anni da quando il Comune ha presentato alla Città il Regolamento aderendo a Labsus e portandolo al consiglio comunale che lo ha approvato all’unanimità.  Oggi ci si scontra su tutto, vedi ACEA,  Ospedale e tanto altro, ma sulla cura del beni comuni siamo tutti d’accordo. Il Regolamento è uno strumento formidabile perché consente ai cittadini di occuparsi degli spazi e beni della propria città manutengoli, curandone la pulizia, l’aspetto e il decoro e facendo diventare la città più bella. L’Amministrazione condivisa da tante possibilità,  io penso ad un mio sogno, come gli orti urbani, ma anche le scuole di comunità e quindi non solo la cura e pulizia di fontane,  spazi verdi e  immobili. Sono soddisfatto ad oggi dei risultati ottenuti e motivato a fare di più, perché l’effetto contagio è importante per il successo dello strumento dell’Amministrazione condivisa. I beni comuni se ce ne occupiamo tutti, cittadini ed Amministrazione, si arricchiscono e di conseguenza tutti ci arricchiamo.  Se si impoveriscono perché li trascuriamo ci impoveriamo tutti

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS