Aggiornato alle: 15:01 di Lunedi 20 Febbraio 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Un omaggio al jazzista di origini alatrensi a favore dei terremotati

Alatri – Un omaggio al jazzista di origini alatrensi a favore dei terremotati
06 gennaio
07:30 2017

 

Sabato 7 gennaio 2017, presso la sala della biblioteca comunale di Alatri, si terrà un CONCERTO di  Solidarietà a favore delle popolazioni terremotate dell’Italia centrale.

Un omaggio al Jazz d’autore della canzone francese e al violinista Stephane Grappelli con il pianista Gerardo Jacoucci, titolare quaranta anni fa della prima cattedra di Jazz istituita nei Conservatori italiani, presso il Licinio Refice di Frosinone. Sarà occasione per rendere omaggio all’arte del grande violinista jazz Stephane Grappelli (Parigi, 26 gen-naio 1908 – Parigi, 1º dicembre 1997) la cui famiglia era originaria di Alatri, dove i Marchesi Grappelli possedevano un antico palazzo la cui torre ancora oggi viene chiamata con il loro nome. La serata, patrocinata dal Comune di Alatri e dal Conservatorio Licinio Recife di Frosinone, sarà presentata dalla maestra Cristina Tarquini e vedrà l’intervento di autorità cittadine, esponenti del mondo dell’imprenditoria e della cultura del territorio.Il maestro Gerardo Iacoucci, pianista, compositore, direttore d’orchestra, già collaboratore di Lee Konitz, Steve Grossman, Josephine Baker e Domenico Modugno, è stato uno dei promotori, già dal 1976, dell’insegnamento del jazz nei conservatori italiani. Con l’omaggio a S. Grappelli le ‘altre frontiere’ del violino, quelle che lo portano ad essere strumento non solo della tradizione classica ma anche, e straordinariamente, della musica jazz.  “Con l’occasione, vogliamo esprimere un Grazie riconoscente all’impareggiabile impegno dei nostri volontari del Soccorso Alpino portato alle popolazioni terremotate” ha commentato il Presidente del CAI di Alatri Silvio Campoli. “Quest’appuntamento ormai abituale – spiega – che lega la solidarietà alla musica Jazz assume, questa volta, un significato superiore e particolare, perchè dedicandolo “alla canzone Francese e all’omaggio a S. Grappelli pensiamo di contribuire ad aprire la nostra realtà alla conoscenza di un artista che portava nel cuore la nostra città e le sue origini ciociare.

 

Andrea Tagliaferri

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE