Aggiornato alle: 10:14 di Lunedi 27 Marzo 2017
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Alatri – Caso Meningite, la famiglia e il dottor Sarra parlano a Tg24

Alatri – Caso Meningite, la famiglia e il dottor Sarra parlano a Tg24
01 gennaio
20:00 2017
Dopo il caso di presunta meningite scoperto ieri al Pronto Soccorso dell’ospedale San Benedetto di Alatri (clicca qui) il cinquantenne, è in condizioni serie presso un policlinico specializzato della capitale, ma c’è minor allarme sanitario dopo tutte le verifiche del caso. Certamente la psicosi in atto nelle ultime settimane in Italia, con casi molto preoccupanti e in alcuni casi mortali, può trarre in inganno e spesso creare allarmismi facili ma spesso ingiustificati. E’ giunto il chiarimento del dottor Sarra, responsabile sanitario dell’ospedale di Alatri e della famiglia stessa del paziente che ha contattato la redazione di Tg24.

Ne abbiamo parlato con il responsabile sanitario del presidio ospedaliero di Alatri, il dottor Sarra, che ha chiarito come la profilassi del caso sia stata effettuata su tutti coloro che necessitavano, così come tutte le procedure previste per legge. Il caso di queste ore al pronto soccorso di Alatri, chiaramente, fa si che ci sia la massima cautela da parte delle autorità competenti, per non creare allarmismi controproducenti. Sarra non si esprime sulla natura del ceppo batterico del paziente, aggiungendo però che è escluso il Meningococco: “Il consiglio che diamo in generale – dice il dottor Sarra – è di rispettare il piano vaccinale che prevede la vaccinazione per meningite entro il primo anno di vita e aderire alla vaccinazione volontaria almeno per gli adolescenti ma anche gli adulti che vivono in comunità: caserme, collegi, ospedali”.
Non è giusto esprimersi, in mancanza di certezze medico-sanitarie, sul caso in questione.
La famiglia del paziente che è ricorso alle cure mediche ieri presso il Pronto Soccorso di Alatri, le cui generalità non sono state rese pubbliche, ha comunque contattato la redazione di Tg24 per dire la sua: “Siamo preoccupati per le condizioni del nostro caro, ovviamente, ma ci teniamo a fare sapere che non si tratta, per fortuna, di Meningococco ma di altra natura“.
La Redazione

 

Tags
SOCIAL

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE